Blog

Angora

[singlepic id=271 w=109 h=82 float=right]

Il gatto d’Angora, o meglio, l’Angora Turco, così chiamato in quanto i primi esemplari furono notati nella città di Ankara, in Turchia, è un gatto antichissimo ed è il primo gatto a pelo lungo riconosciuto universalmente.

I primi soggetti risalgono al 1600, ed avevano pelliccia bianca, lunga e setosa. Data la scarsità di esemplari, i primi accoppiamenti vennero fatti con eccessiva consanguineità, generando gatti con carattere aggressivo e poco socievole.

[singlepic id=272 w=109 h=82 float=right]Un’attenta selezione portò all’eliminazione di questo “caratteraccio”, e gli angora attuali sono docili e mansueti, pur se sempre vivaci e birichini, insomma, dei “veri” gatti.
Anche la pelliccia non è più solo bianca: gli Angora moderni si possono trovare in moltissimi colori.

Assieme al Norvegese delle Foreste è il gatto che vanta il maggior numero di leggende che lo riguardano, tra le quali la più suggestiva è quella secondo la quale Mustafa Kemal Ataturk, fondatore della repubblica turca, un giorno rinascerà sotto le spoglie di un Angora bianco ad occhi impari.

La più famosa allevatrice di Angora di tutti i tempi fu certamente la regina di Francia Maria Antonietta, che affidò i suoi gatti al generale La Fayette perché li portasse in America, onde salvarli dalla Rivoluzione Francese. Lì i gatti, lasciati liberi, si inselvatichirono, ibridandosi poi coi gatti locali, ibridazione dalla quale si dice abbia avuto origine il Maine Coon.

Standard

Corpo
Gatto di medie dimensioni, con ossatura fine e muscolatura ferma. Corpo leggermente allungato e snello; zampe di media lunghezza, piedi rotondi ed eleganti. coda lunga e affusolata con terminale appuntito.

Testa
Testa a forma di cuneo mediolungo, mento fermo, maschelle fini che formano una punta gentilmente arrotondata. Profilo lievemente curvo.

Orecchie
Grandi, piazzate piuttosto alte, rastremate da una base mediamente aperta fino a una punta affusolata prima con linee rette, poi lievemente arrotondate. Sembrano quasi trasparenti, ma il padiglione interno è ben provvisto di pelo.

Occhi
Grandi e a forma di mandorla, lievemente inclinati. Il colore degli occhi deve essere uniforme e armonizzare col colore del pelo.

Pelo
Semilungo e fluente, di tessitura fine, con pelo di guardia ruvido e lucente e senza sottopelo; il pelo è particolarmente lungo su collo, torace, calzoncini e coda.

Colori
I colori chocolate e cinnamon e i corrispondenti diluiti (lilac e fawn) non sono accettati in alcuna combinazione (bicolore, tricolore, tabby). Anche il fattore c s non è permesso. Ogni altro colore è permesso, la descrizione dei colori è data nella Guida Generale dei Colori e dei Disegni

Difetti
Presenza di sottopelo o di pelo di copertura idrorepellente, così come un tipo estremamente allungato, orientaloide, sono difetti gravi.

Punteggio
Corpo: 30 punti
Testa: 35 punti
Tessitura pelo: 15 punti
Colore e disegno pelo: 15 punti
Condizione: 5 punti

Nota
L’8 marzo 2003 l’Assemblea Generale WCF durante il proprio meeting a Milano ha deliberato che l’incrocio delle razze naturali Maine Coon, Norvegese, Angora e Siberiano con razze estranee può essere effettuato solo col pemesso della commissione giudici.

0